Seleziona categoria
Panoramica Aiuto Contatti
print article

Imposta sul valore aggiunto (IVA)

Le prestazioni di servizi rese da 1&1 alla clientela Italiana sono prodotte in Germania.

A partire dal 01/01/2015, in base alle nuove direttive dell'Unione Europea*, i clienti privati (non soggetti passivi IVA) e i soggetti passivi IVA (non iscritti al registro VIES) riceveranno le fatture con IVA del italiana del 22%.

Per le prestazioni di servizi rese da 1&1 alla clientela italiana costituita da clienti aziendali o persone giuridiche con sede in Italia (soggetti passivi ai fini IVA in Italia) i quali siano anche iscritti al registro VIES si applica, ai fini della fatturazione, la procedura di reverse-charge (inversione contabile) ai sensi dell'art. 194 della Direttiva CE 2006/112.

In base alla direttiva sopracitata gli obblighi IVA e il corrispondente debito di imposta sono a carico del committente del servizio che riceve la prestazione. La prestazione sarà pertanto in tali casi da assoggettare all'IVA italiana da parte del committente e nella sua persona coincideranno il debito d'imposta ed il diritto alla detrazione della stessa. Condizione per l'applicazione del reverse-charge è il possesso di un numero identificativo IVA registrato ai fini dell'interscambio comunitario di beni e servizi nel registro VIES.

*Regolamento di esecuzione UE n. 1042/2013 del Consiglio del 07 ottobre 2013

Per ulteriori informazioni sul tema clicca qui: